giovedì, maggio 28, 2009

Area Virtuale # 2: Xbox 360

La mia passione per i videogame risale alle tenera età di 3 anni quando, per Natale, i miei genitori mi regalarono un Commodore 64.
E fino alla quinta generazione di consolle, sono cresciuto insieme ad amici virtuali che avevano la potenza di compiere enormi salti da una piattaforma all'altra, palle gialle inseguite da fantasmi, idraulici che mangiano funghi, ex-soldati assunti in missioni segrete e belle donne che uccidono zombie. Poi, sul punto di acquistare una PlayStation 2, quando era il top del settore (parlo del 2002 circa), feci un passo indietro e la PS1 rimase l'ultimo mio acquisto in tal senso. Certo, c'era il pc, ma non è come avere una consolle.
Quindi scroccavo qualche partita qua e là. Poi mia sorella prese, lo scorso anno, il Nintendo DS (che aggeggio diabolico) e mi riavvicinai lentamente al settore.
Ormai era deciso, la febbre da videogame stava risalendo pian piano, dovevo prendere una consolle di ultima generazione.
Così, da paio di mesetti, possiedo una Xbox 360.

La Xbox 360 è una console di settima generazione, prodotta da Microsoft, che ha fatto il suo ingresso sul mercato alle fine del 2005 vendendo, fino ad ora, 30,2 milioni di unità. Per le caratteristiche tecniche vi rimando qui.

Il primo vantaggio è che questo "giocattolino" ha una gamma di giochi davvero vasta e per tutti i palati. Il primo passo da compiere, dunque, era quello di creare una base di giochi da cui partire. Mi servivano, dunque: un gioco d'avventura, una simulazione calcistica, un gioco di corse automobilistiche ed un picchiaduro.
Le mie scelte sono ricadute su: Resident Evil 5, PES 2009, Grid e Street Fighter IV.
Finora l'unico titolo di cui mi sono pentito è Grid, ma questa è un'altra storia.
Dopo, poi, sono arrivati nuovi acquisti.

L'esperienza di gioco che offre la Xbox 360 è estremamente coinvolgente e la grafica media dei titoli davvero eccelsa. Peccato che la console sia un pochino rumorosa, ma è un piccolo dettaglio a cui ci si fa presto il callo. Tra l'altro, a proposito di grafica, qualche giorno fa a mia sorella è venuta l'idea di rimontare la vecchia PS1: non ero più abituato. Beato sviluppo tecnologico! :P
Per quanto riguarda il controller, ottimo nell'impugnatura e nella disposizione dei tasti e comodo il wireless, purtroppo risulta leggermente impreciso per le freccette, sopratutto nei picchiaduro.
Ottima, poi, la Dashboard, lo sviluppo del media center, del Live e di tutte le funzioni interattive presenti.

Insomma, promossa a pieni voti!
Aspettatevi, ora, nuovi post dedicati ai numerosi giochi che proverò! :)

4 commenti:

Célio ha detto...

Olá, passei para dar uma olhadinha e achei muito interessante seu blog.
Abraços.

Gennaro Costanzo ha detto...

Obrigado. :)
Saudações!

Nix ha detto...

Hey! Pure io sono diventato da poco un xboxista (o xboxaro, xboxese... ino... bah!)! E dire che un tempo ero un playstationista radicale!

Gennaro Costanzo ha detto...

Be', ai tempi della PS1 praticamente non c'era alternativa, mentre la Xbox non fu un ostacolo per la PS2 (venduta ancora oggi).

Oggi, invece, le cose sono totalmente differenti. La Sony ha perso il dominio, la Microsoft si è affermata in maniera eclatante in questo settore e la Nintendo è tornata ad occupare la vetta.
In pratica, la situazione è molto più equilibrata e le tre case sono agguerritissime. Tutto a vantaggio dei consumatori.

Alla fine, dunque, sono stato molto affezionato alla Playstation ma non posso definirmi un radicale, valuto di volta in volta quale prodotto fa più per me. In questo caso ha vinto la Microsoft (ma in famiglia c'è anche un Nintendo DS che utilizzo moltissimo e magari in futuro potrebbe scapparci una Wii, chissà) la prossima volta si vedrà.
Magari le prendo tutte. :P

In ogni caso, ora sono entrato nel tunnel della Xbox. ;)

I diritti delle immagini e dei video presenti in questo blog sono © dei rispettivi proprietari e utilizzate a solo scopo informativo, senza alcun fine di lucro. In caso di violazione, contattare l'autore del blog che provvederà alla rimozione immediata del materiale.