giovedì, settembre 08, 2011

Action Comics #1: recensione

Ieri, in contemporanea alla sua uscita, ho postato la recensione di Action Comics #1 sul sito di Comicus.
Cosa aggiungere?

Action Comics è la testata classica della DC Comics che ha avuto l'onore di lanciare le gesta di Superman nel 1938. Capirete come un personaggio con tanti anni sul groppone abbia una grossa necessita di svecchiarsi, di essere ancora un punto di riferimento per il fuemtto del nuovo milennio.
È normale che Batman, creato ad un solo anno di distanza, abbia un appeal maggiore grazie al suo fascino dark che lo rende automaticamente più accattivante e moderno. Superman, invece, sempre troppo perfetto, naif, è sempre stato l'eccellenza del classico.

In questa versione "Bruce Springsteen", come definita dallo sceneggiatore Grant Morrison, l'autore scozzese opera un processo di svecchiamento che, mantenendo tutte le caratteristiche del classico Superman, lo rende accattivante e giovane. George Perez, invece, si occuperà dell'altra testata, Superman, in cui ritroveremo lo stesso personaggio di questa nuova realtà ma più adulto. Vedremo se anche lui riuscirà a rendere moderno il personaggio.
Intanto, il numero scritto da Morrison, e disegnato da un ottimo Rags Morales, è davvero valido seppur molto introduttivo. Ben distante dal numero di esordio della Justice League, scritto da Geoff Johns. E fa nulla se a tratti sembra di leggere Ultimate Spider-Man o se Clark Kent ricordi un po' Peter Parker, Action Comics #1 è come deve essere fatto un rilancio.

L'azione parte da un Clark Kent già inserito a Metropolis, ma mancano ancora molti meccanismi nell'ingranaggio che porteranno a far combaciare come meglio sappiamo le vite di Clark Kent, Lois Lane, Lex Luthor & company.

Un Superman che attacca i criminali comuni, come agli esordi, con i poteri in continua espansione e tanto sbruffone. Insomma, la serie perfetta per un neofita. Le aspettative erano alte e le premesse, insomma, sono davvero ottime e da Morrison non mi sarei aspettato diversamente.

2 commenti:

sbrect ha detto...

a pelle questo rilancio dell'universo DC non mi convince, soprattutto perchè non ho capito come si inserirà Batman (che mai come in questi ultimi anni non aveva bisogno affatto di restyling). Ovviamente leggerò prima per poter valutare, e in fin dei conti Morrison difficilmente mi ha deluso, ma per il momento sono scettico.

Gennaro Costanzo ha detto...

Batman sarà solo mezzo rebootato, vedremo. Intanto, il Superman di Action Comics vale la pena di leggerlo. Per l'intero universo, invece, aspetto di fare un bilancio complessivo quando saranno usciti tutti i 52 albi.

I diritti delle immagini e dei video presenti in questo blog sono © dei rispettivi proprietari e utilizzate a solo scopo informativo, senza alcun fine di lucro. In caso di violazione, contattare l'autore del blog che provvederà alla rimozione immediata del materiale.